CONCORSO PER CORTOMETRAGGI: I VIDEO SELEZIONATI

Il concorso, 1° edizione, ha visto il patrocinio del Comune di Triggiano, assessorato alla cultura e la collaborazione organizzativa dell’Associazione Alice in cammino e le Arti. Il programma della serata è stato aperto dall’attenta relazione del neo assessore Annamaria Campobasso, dall’intervento di Flavio Battista presidente della Fondazione, e da Tita Tumillo e Velia Polito responsabili dell’organizzazione dell’evento. Tutti i cortometraggi e le opere vincitrici rimarranno di proprietà della Fondazione, e faranno parte del patrimonio storico e archivistico documentale riveniente dal materiale di studio dello storico Pasquale Battista. L’evento è stato condotto dal giornalista Livio Costarella, responsabile dell’ufficio stampa della Gazzetta del Mezzogiorno che ha presentato e introdotto le varie opere.

La giuria di questa prima edizione era formata da Guglielmo Siniscalchi – sentieri selvaggi, Claudio Battista – Fondazione P. Battista, Annamaria Campobasso – assessore alla Cultura, Livio Costarella- Gazzetta del Mezzogiorno, Velia Polito- Alice in cammino e le Arti. Sponsor della serata “Buono e Bio” una rete di produttori agricoli biologici locali.

1° classificato “Una storia di Piero” di CollettivoX (Cirillo-Petrara-Botoga)
Motivazione della giuria:
Per aver lasciato implodere dentro la figura del protagonista suoni, visioni ed odori di una Triggiano periferica ed invisibile, sospesa fra poesia e marginalità. Ma anche per aver saputo raccontare una meravigliosa storia d’amore fra l’occhio digitale ed il corpo-parola di Piero, in un corto dove il cinéma-vérité non smette di reinventarsi lasciando che la realtà divenga straordinario “agente provocatore”.

2° classificato “Tr’igg (on)-Triggiano” di Dino Lorusso e Ninni Castrovilli
Motivazione della giuria:
Per aver disegnato un’immagine di desolante universalità di Triggiano, provincia e periferia del nostro mondo globalizzato. Un ritratto “metallico” ed algido che mescola invenzioni stilistiche, giochi di montaggio, “contrappunti” sonori, colpendo l’occhio e l’orecchio dello spettatore.

3° classificato ex aequo “Terra madre” di Fabio Leli
Motivazione della giuria:
A Terra Madre per aver restituito corpi e voci ai protagonisti di storie di resistenza civile nella Triggiano dei nostri giorni, alternando squarci di vita quotidiana a suggestive sequenze collettive e comunitarie.

3° classificato ex aequo “Radio Triggiano” di G. Carbonara
Motivazione della giuria:
A Radio Triggiano per la capacità di condensare in una manciata di minuti una struttura narrativa ben congegnata, ricca di humour e citazioni cinefile, dove l’ironia “sfida” continuamente i preziosi esercizi di stile.

di Collettivo X
(Cirillo-Petrara-Botoga)

di Dino Lorusso e Ninni Castrovilli

di Fabio Leli

di G. Carbonara

di Marino Flavio Lombardi

di Anna Mila Stella

di Michele Albergo

di Maurizio Masciopinto

di Pasquale Bruzzese